Torna alla home page  
Vai al sito di Banca di Romagna
 
   

Da Giani a Fattori. Maestri della pittura italiana del XIX secolo nelle collezioni di Faenza.
7 dicembre 2007 - 25 gennaio 2008

 
Mostra 

Da Giani a Fattori. Maestri della pittura italiana del XIX secolo nelle collezioni di Faenza

Dicembre 2007-Gennaio 2008
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20
21 22 23 24 25
26 27 28 f.c.

 

 

 


STEFANO USSI (1822-1901)
Ritratto di Federico Argnani
Olio su tela, cm 48 x 39
Inv. n. 985

Provenienza: donato dalla vedova Argnani, 1905

L’ inventario manoscritto del 1889 data il ritratto al 1848, forse per l’uniforme indossata dall’effigiato che, in quell’anno, partecipa alla prima Guerra d’Indipendenza prendendo parte alla battaglia di Cornuda sul Tagliamento del 8 e 9 maggio 1848.
Queste notizie si leggono nell’autobiografia di Argnani, conservata nella Biblioteca Comunale di Faenza, che però dice di aver conosciuto Ussi a Firenze dopo il 1850, stringendo con lui un’amicizia “cordialissima” e incidendone alcuni disegni all’acquaforte. Entrambi frequentavano il caffè Michelangelo.
Il ritratto può, quindi, essere stato eseguito fra il 1850 e il 1855, prima della partenza di Ussi per Roma, e costituisce la testimonianza del sodalizio artistico e personale fra il futuro fondatore della Pinacoteca faentina e S. Ussi, uno dei più affermati esponenti della pittura storico-letteraria e orientalista, negli anni cruciali del Risorgimento.
E’ stato esposto alla Mostra del ritratto italiano di Firenze nel 1911.
In Pinacoteca è presente un altro ritratto di Argnani, eseguito da Lodovico Bellenghi (1815-1891) attorno al 1840, che lo ritrae in compagnia di altri artisti della scuola di Pietro Tomba.

Bibliografia:
A. Messeri-A. Calzi, Faenza nella storia e nell’arte, Faenza, 1909, p. 546
Mostra del ritratto italiano
, cat. mostra, Firenze, 1911, p. 69
A. Archi, La Pinacoteca di Faenza, Faenza, 1957, p. 38
Il Museo Nascosto, Arte Moderna nella Pinacoteca di Faenza, cat. mostra a cura della Direzione della Pinacoteca Comunale di Faenza, pp. 40-41

Biografia: STEFANO USSI (Firenze 1822 – 1901)
Studia all’Accademia di Firenze come allievo del Bezzuoli e del Pollastrini, dove viene avviato alla pittura di storia e biblica, tra accenti puristi nei quadri compiuti e libertà macchiaiola nei bozzetti. Nel ’48 combatte con i volontari toscani e viene imprigionato a Theresienstadt. Rimpatriato a Firenze riprende gli studi, nel 1849 vince il Concorso triennale per la pittura e cinque anni dopo il pensionato artistico a Roma. Ottiene la medaglia d’oro all’Esposizione di Parigi del 1867. Compie un viaggio in Marocco nel 1874, dove realizza soggetti orientali caratterizzati da toni cromatici caldi. La sua produzione, frutto di lunghi studi, non è abbondante; e pur essendo stato uno dei primi frequentatori del Caffè Michelangelo, è rimasto fedele all’Accademia.