Torna alla home page      
    Sala Bertucci il Vecchio  
 
1 - Sala d'ingresso
 
2 - Natura morta
 
2a - Marco Palmezzano
 
3 - Sala Manfredi
 
4 - Sala Bertucci il Vecchio
 
5 - Sala Donatello
 
6 -Vestibolo
 
7 - Sala del Magistrato
 
8 - Salone delle Pale d'Altare
 
A - Sale delle mostre temporanee

 

 

 

 

La saletta è in gran parte dedicata a GIOVANNI BATTISTA BERTUCCI IL VECCHIO, pittore faentino di cui si hanno notizie dal 1495 ca. al 1516, capostipite di una famiglia di artisti il cui ultimo esponente è suo nipote e omonimo Giovan Battista Bertucci il Giovane (1539 – 1614).
Della singolare vicenda storica e critica che ha, fin dalla metà dell’Ottocento, confuso la personalità e le opere
I dipinti qui esposti mostrano appieno lo stile maturo dell’artista, che fonde i caratteri della prima educazione umbra (a lungo le due tavole con San Giovanni Battista e la Maddalena furono attribuite al Pinturicchio) con l’influsso dell’ambiente bolognese dominato dal Francia e da Lorenzo Costa.
Notevole la Pala Cittadini, datata 1511, anche se di particolare interesse sono precisamente i due Santi appena menzionati: erano, in origine, i pannelli laterali di un polittico eseguito attorno al 1509 per la chiesa del convento faentino di Santa Caterina a cura la famiglia Mengolini.
Il polittico venne smembrato a seguito della soppressione napoleonica del convento; la parte centrale (Adorazione di Magi) finì ai musei di Berlino e risulta dispersa a seguito degli eventi bellici del 1945, mentre la lunetta, già nella raccolta Guidi di Faenza, negli anni Sessanta del Novecento era segnalata a Graz.
Solo grazie all’acume di G. B. Cavalcaselle la primitiva attribuzione al Pinturicchio venne corretta e spostata sul Bertucci.
Degne di nota sono le due sculture raffiguranti San Pietro Martire e San Bernardino da Siena, di cui non si conosce il luogo di culto di provenienza, già attribuite a Nicolò dell’Arca, ma più probabilmente di VINCENZO ONOFRI (not. 1493 – 1524)..
 

1. Giovanni Battista Bertucci sr., Santa Maria Maddalena
tavola, cm. 111,5x54 + cornice 8 cm., n. inv. 172

2. Giovanni Battista Bertucci sr., San Giovanni Battista
tavola, cm. 111,5x54 + cornice 8 cm.; n. inv. 171

3. Giovanni Battista Bertucci sr., Madonna col Bambino e S. Paolo
tavola, cm. 54,5x44 + cornice  4 cm., n. inv. 170

4. Giovanni Battista Bertucci sr., Madonna col Bambino e i SS. Bernardino da Siena, Giovanni Battista, Celestino Papa e Antonio da Padova
tavola, cm. 123x175 + cornice 6, n. inv. 178

5. Vincenzo Onofri, San Pietro Martire
pietra d’Istria, cm. 81x28x25, n. inv. 211

6. Vincenzo Onofri, San Bernardino da Siena
pietra d’Istria, cm. 78x33x24, n. inv. 210